Quali bistecchiere sono le più facili da pulire? Prodotti, articoli

bistecchiere più facili da pulire

Se ti ricordi di farlo ogni volta, dopo ogni cottura, non ci sono bistecchiere più facili da pulire di altre. A patto, certo, di ammettere che alcuni oggetti sono di più pratica manutenzione di altri. Se hai comprato un barbecue elettrico, infatti, ti accorgerai presto che ci sono parti che, a meno di non smontarle ogni volta, possono risultare difficili da pulire. Al contrario, una piastra in ghisa è la più pratica e intuitiva nella cura, dal momento che può essere passata direttamente sotto l’acqua corrente e trattata con il classico detersivo per piatti. Proviamo a scoprire, però, nel dettaglio come ci si prende cura di ogni sistema casalingo per la cottura alla griglia e quali sono, quindi, le bistecchiere che risultano più facili da pulire.

Come pulire la padella antiaderente in tutta semplicità

Partendo da uno degli oggetti più comuni che si trovano in casa e che servono, appunto, per la cottura ai ferri: la padella antiaderente. In questo caso è importante fare bene la pulizia, dal momento che se così non fosse si rischierebbe di rovinare proprio il rivestimento antiaderente, di fatto rendendola inutilizzabile. Nella maggior parte dei casi, allora, basta rimuovere prima i resti di grasso o di alimenti con l’aiuto di un tovagliolo di carta. A questo punto la padella anti-aderente può essere passata sotto l’acqua corrente e pulita con l’uso di un comune detergente per piatti, ma avendo cura di non utilizzare spugnette abrasive o che possano raschiarla. Nella maggior parte dei casi oggetti come questi possono essere messi in lavastoviglie, optando preferibilmente per un lavaggio delicato.

Perché è importante che la padella antiaderente sia ben pulita
Non solo per una questione di igiene, pure molto importante. Se si cucina in una padella antiaderente in cui siano rimasti dei residui di grasso o cibo, infatti, gli alimenti rischiano di attaccarsi lo stesso. Senza contare le contaminazioni di sapore e che è più facile, in questo caso, che si formi quel classico “nero” che fa poco bene alla salute.

La piastra in ghisa è facile da pulire? E come?

Se anche non fosse tra le bistecchiere più facili da pulire, la piastra in ghisa è uno degli oggetti più pratici quando si tratta di manutenzione. Anche in questo caso la cosa da cui partire è staccare i residui di grasso e sporco: un tovagliolo di carta, una posata in plastica o silicone — ma no, assolutamente non in acciaio — possono tornare utili allo scopo. La piastra può essere quindi pulita grazie a un panno umido, se è poco sporca, o sciacquandola con acqua e sapone o persino mettendola in lavastoviglie — facendo attenzione, certo, a che non ci siano parti, come il manico, che possano soffrire un trattamento di questo tipo.

Come pulire una piastra in ghisa particolarmente sporca
Hai cucinato carne o un piatto che conteneva formaggio che si è fuso sulla tua piastra in ghisa. Il tuo più grande problema, adesso, si chiama sporco attaccato sulla griglia e che non sai come pulire. Non lasciarti prendere dal panico: ci sono tanti metodi “casalinghi”, ma non per questo poco efficaci, che possono essere sfruttati per trattare una ghisa particolarmente sporca. Il primo, più semplice, è lasciare a bagno la piastra per un po’ di tempo con acqua e sapone: il grasso, così, dovrebbe sciogliersi. Anche l’olio, passato con l’aiuto di un tovagliolo di carta su tutta la griglia, dovrebbe aiutare in questo senso. Se ciò non dovesse bastare puoi provare con un soluzione di acqua e aceto da lasciare agire sulle macchie prima di pulire la piastra come di consueto. L’alternativa è una pasta di sale e acqua da passare tra le scanalature della griglia al posto di spugnette abrasive che potrebbero rovinare il rivestimento più esterno della piastra. In questi ultimi due casi soprattutto, assicurati di pulire bene la ghisa, in modo da evitare contaminazioni dei cibi alle cotture successive.

bistecchiere più facili da pulire in ghisa

Prendersi cura della piastra in pietra ollare

Sempre più popolare nelle cucine soprattutto degli appassionati di cibi ai ferri e di chi vuole mangiare sano e stare attento alle linea, anche quelle in pietra ollare sono tra le bistecchiere più facili da pulire. A patto di accettare fin da subito un diktat: niente detersivo, neanche dei più delicati. Il materiale in cui sono realizzate questi oggetti per grigliare, infatti, è molto poroso e, per questo, per quanto si creda di aver risciacquato abbondantemente e con cura la bistecchiera, il detersivo può penetrare in profondità e contaminare i cibi alle cotture successive. La soluzione, allora? Non è da cercare in negozi di prodotti specializzati: è già nelle cucine di tutti. Basta preparare una soluzione di acqua e limone e, dopo aver fatto raffreddare la piastra, lasciarla agire sulle eventuali macchie di sporco e grasso. Dopo un po’ di tempo dovrebbero venire via in tutta tranquillità e, a questo punto, la pietra ollare va solo strofinata con un panno asciutto o appena umido.

Quelle elettriche sono tra le bistecchiere più facili da pulire?

È quando si entra nel campo delle bistecchiere elettriche che pulizia e manutenzione diventano più complicate.

Perché
Le ragioni, anzi la ragione principale, non è difficile da capire: ci sono componenti elettriche che soffrono acqua e altri liquidi legati alla pulizia. Per questo, nella maggior parte dei casi, ci sono scocche di plastica che dovrebbero proteggerle e, soprattutto se si opta per dei modelli abbastanza recenti, piastre e griglie staccabili, da poter mettere persino in lavastoviglie ma che lasciano “libero” e “al sicuro” tutto il sistema elettrico. C’è, poi, anche una ragione di sicurezza di chi utilizza la piastra elettrica nell’apparente difficoltà di manutenzione.

Come pulire piastre da tavola e griglie elettriche

Tra gli oggetti campione di scomodità in fatto di pulizia ci sono, comunque, le piccole piastre da tavola, quelle utilizzate di norma per la realizzazione di panini e toast. Soprattutto se di qualche anno fa, infatti, non prevedono griglie staccabili e l’unica soluzione praticabile è, in questo caso, togliere il grosso dello sporco con un tovagliolo o con un panno e passare, poi, sopra la griglia una spugna appena umida o un panno asciutto. Se lo sporco non è grasso — se ci sono, cioè, per esempio soprattutto briciole di pane — una spazzola può essere un buon modo per pulire oggetti come questi.

bistecchiere più facili da pulire elettriche

Nelle griglie elettriche, oggetti più grandi, di norma utilizzati per la cottura anche di più pietanze contemporaneamente, l’elemento di complicazione è rappresentato quasi sempre dalla serpentina. Va da sé, infatti, che questa non dovrebbe bagnarsi per nessuna ragione al mondo. Nella maggior parte dei casi, così, si possono staccare parti essenziali e più soggette a sporcarsi, come la griglia e la vaschetta che raccoglie i liquidi di cottura, e le si può lavare sotto l’acqua corrente. Nelle altre zone si può passare, invece, con estrema cautela un panno umido che riesca a eliminare sporco e altri residui di cibo.

Leggi attentamente il manuale di istruzioni
Se non hai idea di da dove partire per pulire la tua griglia o il tuo barbecue elettrico, una buona idea è leggere il manuale. Dentro, infatti, ci dovrebbe essere una sezione dedicata alla cura dell’elettrodomestico, sia ordinaria sia straordinaria. Potresti scoprire in questo modo che alcune parti della tua griglia, quelle che si sporcano di più appunto, possono essere tranquillamente lavate in lavastoviglie. O che, se lo sporco è davvero molto sporco, puoi utilizzare un tovagliolo di carta imbevuto di olio (o altro grasso) per far “sciogliere” le macchie più ostinate, di grasso per esempio.

Una classifica delle bistecchiere elettriche più facili da lavare

Come si è visto, insomma, la maggior parte dei sistemi per la cottura ai ferri casalinghi sono tanto facili da pulire se lo fai subito, se non fai passare del tempo o lasciare che lo sporco si incrosti, quanto più ostici se invece non te ne prendi cura abbastanza. Tieni conto, tra l’altro, che pulire correttamente la tua piastra, la tua padella in ghisa, la tua griglia elettrica è l’unico modo che hai per assicurartene la durata nel tempo.

Quanto conta la facilità di pulizia nella scelta del sistema per la cottura ai ferri
Per questo dovresti assicurarti, se non che la tua sia la bistecchiera più facile di pulire, almeno che questo processo non richieda tempo e sforzi eccessivi già quando stai scegliendo che sistema utilizzare per grigliare i tuoi piatti in casa. Soprattutto se non hai molto tempo da passare in cucina e, di certo, non vuoi sprecarlo a grattar via sporco e residui o se sei un amante della praticità estrema.

Se proprio si dovesse fare una classifica delle bistecchiere più facili da lavare questa sarebbe insomma

  • padelle antiaderenti e piastre in ghisa
  • piastre in pietra ollare
  • griglie e barbecue elettrici
  • bistecchiera da tavolo.

Con tutta l’utilità, certo, che hanno le classifiche!

Back to top
Migliore Bistecchiera